Home
Forum Blog
Dati riguardanti il medico
Oncologia urologica
Prostatectomia
Video
Articoli
Domanda - Risposta
Testimonianze dei pazienti
Informazioni per i pazienti
Instruzioni al paziente
Home Contatti Mappa
Versione stampabile Invia ad un amico | Phone: 1-212-365-5000
English Español Italiano Français Deutsch Hebrew
Cancro alla prostata
Cancro alla prostata
Opzioni chirurghe
Chirurgia robotica Da Vinci
Prostatactomia laparoscopica
Chirurgia robotica
Statistiche sulla Prostatectomia
Sesso dopo una prostatactomia
Domande Frequenti
Domanda - Risposta
Chirurgia Robotica
Terapia Ormonale
Radioterapia
Screening Della Prostata
Cancro Della Vescica
Cancro Della Vescica
Cistectomia Robotica
Prevenzione
Iperplasia Prostatica Benigna
Iperplasia Prostatica Benigna
Laser GreenLight PVP
Testimonianza
 
T. Civetta
Desidero ringraziare con tutto il cuore il dottor David Samadi. Nel mese di ottobre 2008 mi è stato dignosticato un tumore alla prostata. All'età di 43 anni non è facile gestire una notizia di questo tipo, sia sul piano fisico che sul piano psicologico. Mi sono rivolto al dottor David Samadi e dal momento che sono entrato nel suo ufficio, subito ho capito, grazie alla sua positivita` sicurezza e professionalita`, che ero nelle mani giuste.

Il giorno 18 dicembre 2008 mi è stata realizzata una prostactomia robotica. Sono stato operato la mattina ed il giorno dopo sono potuto già tornare a casa. Le cicatrici erano limitate e durante la convalescenza non ho nessun tipo di infezione e non ho sofferto di nessun effetto collaterale.

T. Civetta
more...
All testimonials...
Home | Domande Frequenti

Domande Frequenti Sulla Chirurgia Robotica


D. Esegue l’intero intervento da solo, dall'inizio alla fine?
R. Si, sono presente durante tutto lo svolgimento e in ogni fase dell'intervento. L'uso della parola “robotica” viene talvolta confusa dalla gente. La tecnologia robotica mi assiste, ma la macchina, che è solamente un aiuto avanzato, non potrebbe funzionare senza di me. Non lascio mai la sala operatoria e conduco personalmente ogni fase dell’operazione.
 Â
D. In che cosa si differenzia il programma robotico del Lenox Hill rispetto a quello di altri ospedali?
A. Se mi scegli come chirurgo, sarai assistito da tre medici in uno. Permettetemi di spiegarvi che cosa intendo dire con questo. Ho effettuato interventi tradizionali o cielo aperto, di chirurgia laparoscopica e chirurgia robotica. Metto in pratica tutti e 3 i metodi; ciascuno è la premessa del successivo. Un'altra differenza di enorme importanza è il mio staff. Il team con cui lavoro è con me da 7 anni. Conoscono personalmente i nostri pazienti e lavorano con loro in ogni fase del processo. Frequentano i pazienti prima, durante e dopo l'intervento. È raro trovare questo livello di coerenza e cura personale ed è eccezionale ottenere questo livello di competenza da uno staff chirurgico.

D. Che cosa fai se il sistema robotico Da Vinci si rompe durante l'intervento chirurgico?
R. Per fortuna non è mai successo. Ma se così fosse, dispongo di esperienza teorica e pratica in chirurgia tradizionale, o a cielo aperto, e laparoscopica. Continuerei semplicemente l'operazione utilizzando le altre procedure di cui sono completamente a conoscenza. Per analogia, se i sistemi di atterraggio automatico di un pilota entrano in avaria, quest’ultimo farà atterrare l'aereo manualmente secondo l’addestramento ricevuto.

D. Perché è importante il volume, o il numero di interventi chirurgici effettuati nella scelta di un chirurgo?
R. Sono uno specialista in chirurgia della prostata e della vescica. Ho eseguito oltre 7,000+ interventi chirurgici fino ad oggi. Nulla di ciò che vedo durante un intervento mi è insolito o sconosciuto. Ho assistito a tutto ciò che possa eventualmente verificarsi. Comprendo intimamente e completamente il terreno del mio campo di specializzazione in modo tale che non c’è spazio per alcuna congettura durante l’operazione.

D. Nella chirurgia a cielo aperto si fa affidamento sul senso del tatto. È difficile operare senza di essa?
R. I chirurghi a cielo aperto (tradizionali) sostengono che il senso del tatto è importante nel guidarli nelle varie fasi dell’intervento. Tuttavia la perdita di sangue è inerente alla chirurgia aperta. Non vi è alcun modo per aggirare il fatto che il sangue si accumula nel sito chirurgico di chirurgia a cielo aperto, il che complica molto la visibilità. Nella chirurgia a cielo aperto mi sembra di camminare alla cieca. Preferisco di gran lunga la chiarezza visiva e la conseguente precisione che permette la chirurgia robotica assistita.

D. Se decido di optare per la radioterapia invece dell’operazione, posso sottopormi a un intervento chirurgico in seguito, qualora il trattamento con radiazioni non abbia esito positivo?
R. La chirurgia non è un'opzione, dopo il trattamento radioattivo. Tuttavia è posibile il contrario. Se si sceglie un intervento chirurgico, e il medico determina dopo l'operazione che il cancro si è ripresentato, è possibile, a quel punto, scegliere la radioterapia. Le radiazioni indeboliscono l’organismo e riducono la sua risposta immunitaria. Questo è il motivo per cui l’intervento non viene eseguito dopo il trattamento radioattivo.

D. Qual è, a vostro avviso, il maggiore beneficio della chirurgia robotica?
R. La chirurgia a cielo aperto è ritenuta efficace quando il tumore è stato rimosso. Questo può comportare che il paziente rimanga incontinente e/o impotente. Considero che un intevrento in chirurgia robotica abbia esito positivo quando il tumore è guarito, e il paziente ha piena continenza e potenza. Tutte e 3 le categorie devono essere soddisfatte affinché consideri l'intervento chirurgico un successo. Questo significa che la qualità della vita è al suo massimo.

Crescita del volume degli interventi in chirurgia robotica

Crescita del volume degli interventi in chirurgia robotica


Home  •  Contatti  •  Mappa  •  Forum  •  Blog
Dati riguardante il medico  •  Ocologia Urologica  •  Stampa  •  Video & Audio  •  Liberatoria legale del sito
Informazioni per i pazienti  •  Instruzioni al paziente  •  Domanda-Risposta
Domanda - Risposta  •  Chirurgia Robotica  •  Terapia Ormonale  •  Radioterapia  •  Screening Della Prostata
Cancro alla prostata   •  Opzioni chirurghe  •  Chirurgia robotica Da Vinci  •  Prostatactomia laparoscopica   •  Chirurgia robotica  •  Sesso dopo una prostatactomia
Iperplasia Prostatica Benigna  •  Laser GreenLight  •  Cancro della vescica  •  Cistectomia Robotica
DAVID B. SAMADI, M.D.
Primario di Urologia, Capo della Chirurgia Robotica presso L'Ospedale Lenox Hill Professore di Urologia presso la Facoltà di Medicina Hofstra North Shore-LIJ
485 Madison Ave. (between 51st-52nd street), 21st floor, New York, NY 10022
Tel: 1-212-365-5000 | Fax: 1-646-692-6744
Copyright © 2005-2017, David B. Samadi, M.D.